#G7Finance

La raccolta Flickr "G7 Finance meeting" è disponibile all'indirizzo https://www.flickr.com/photos/mef_gov/collections/72157683547206176/ offrendo gratuitamente (in modalità copyleft) foto e video di tutte le attività ufficiali e degli eventi sociali del G7 Finance Meeting, inclusi arrivals, doorsteps, roundtables e conferenze stampa.

Tutti gli aggiornamenti sul G7 Finance Meeting organizzato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze con Banca d'Italia nell'ambito della Presidenza italiana del G7.
 

13 mag 2017, ore 16:00

#G7Finance. Conferenza stampa Presidenza (Governatore Visco, Ministro Padoan)

 
13 mag 2017, ore 12:56

I documenti del G7 Finanze di Bari

La Riunione dei Ministri Finanziari e dei Governatori delle Banche Centrali del G7 di Bari (11-13 maggio) si è conclusa con l’adozione del Comunicato Congiunto e di tre documenti.

 

 
12 mag 2017, ore 18:14

Concluso il Simposio su crescita, lotta alle disuguaglianze e regolamentazione in apertura del G7 finanze

In apertura dei lavori del G7 dei Ministri Finanziari e dei Governatori delle banche centrali, si è tenuto oggi presso il Castello Normanno Svevo di Bari un Simposio a porte chiuse su temi legati alla crescita inclusiva, alla lotta alle disuguaglianze e al rapporto tra finanza, regolamentazione e crescita.

Nel corso del Simposio i rappresentanti dei Sette e delle istituzioni internazionali coinvolte nel Meeting di Bari (Commissione europea, Eurogruppo, Banca centrale europea, Fondo monetario internazionale, Banca mondiale, OCSE) si sono confrontati con un panel di economisti di fama mondiale.

La prima sessione, dal titolo “Crescita e disuguaglianza”, si è aperta con gli interventi di Philippe Aghion, professore di Economia all’Università di Harvard, Giuseppe Bertola, professore di Economia all’Università di Torino, e Angus Deaton, professore di Economia e Affari Internazionali all’Università di Princeton insignito del Premio Nobel per l’Economia nel 2015. La discussione è partita da un’analisi delle attuali dinamiche dell’economia mondiale, con particolare riferimento alle condizioni delle classi medie. Negli ultimi trent’anni il divario in termini di reddito tra paesi sviluppati ed economie emergenti si è notevolmente ridotto, come pure il tasso di povertà a livello mondiale. D’altro canto, nelle economie dei singoli paesi avanzati si osserva un preoccupante aumento delle disuguaglianze interne, fenomeno che, secondo i partecipanti al Simposio, occorre affrontare con un approccio coordinato e inclusivo. In quest’ottica, giocano un ruolo cruciale soprattutto le politiche in materia di istruzione, innovazione tecnologica e integrazione: un’azione efficace e di ampio respiro in questi ambiti, da parte dei Governi e delle organizzazioni internazionali, potrà favorire il superamento dei limiti dell’attuale modello di sviluppo, a beneficio in particolare delle generazioni più giovani.

La seconda sessione, intitolata “Finanza, regolamentazione e crescita”, si è aperta con gli interventi di Philip H. Dybvig, professore di Economia Bancaria e Finanziaria alla Olin Business School di Washington, Randall Kroszner, professore di Economia alla Booth School of Business di Chicago e già Governatore della Federal Reserve, e Hélène Rey, professore di Economia alla London Business School. Il confronto tra i partecipanti ha avuto come tema centrale il difficile equilibrio tra la necessità di garantire, a livello globale, sia la stabilità del sistema finanziario che la possibilità di una crescita sostenibile, equa e inclusiva. In quest’ottica, dalla discussione è emersa in particolare l’esigenza che le risposte di regolatori e decisori politici siano sempre più commisurate alle caratteristiche ed esigenze effettive di un sistema in profonda e rapida evoluzione. Anche in quest’ambito, uno stretto ed efficace coordinamento internazionale può assicurare che la concorrenza e il progresso tecnologico siano motori di integrazione, sviluppo sostenibile e benessere diffuso.

Il Simposio si è concluso con un keynote speech del professor Paul Romer, Chief Economist della Banca mondiale.

 
12 mag 2017, ore 13:30

Innovating Southern Italy - Esposizione di eccellenze tecnologiche e storie imprenditoriali di successo

 
12 mag 2017, ore 12:03

Run7 #g7Finance Bari

Una sessione mattutina di running organizzata dal Comune di Bari, 6 km di corsa lambendo le bellezze storico-architettoniche della città

Run7 #g7Finance Bari

 
11 mag 2017, ore 16:30

Deaton e Aghion a UNIBA for G7

L’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”, in occasione del #G7Finance, ha organizzato "UNIBA for G7", un ciclo di conferenze a cui parteciperanno, tra gli altri, due tra i relatori del simposio. Gli eventi con la loro partecipazione sono i seguenti:
"Health, inequality and wellbeing in advanced economies", relatore: 11 maggio ore 15:00, il Premio Nobel Angus Deaton nel Salone degli Affreschi di Palazzo Ateneo (Piazza Umberto 1, Bari);
"Innovation as a catalyst for growth in underdeveloped areas" relatore: 12 maggio ore 15:00, Philippe Aghion, prof. della Harvard University, nel Salone degli Affreschi, Palazzo Ateneo (Piazza Umberto 1 Bari) 

 
11 mag 2017, ore 12:49

Perché un G7 delle Finanze al Sud (testo del ministro Padoan e del governatore Visco)

L’Italia è nota nel mondo per le bellezze paesaggistiche e lo sterminato patrimonio artistico distribuito ovunque lungo la penisola. Ma l’Italia è anche tra le cinque principali economie del mondo per surplus commerciale e 221 produzioni nazionali sono al primo posto nelle classifiche globali dell’export. Molte di queste produzioni industriali – sinonimo di moda e design ma anche di alcuni settori specialistici come la meccanica di precisione – vengono associate al Nord del paese.
L’opinione pubblica internazionale trascura invece la tradizione industriale del Sud e alcune sue eccellenze. Non si tratta soltanto del turismo e delle produzioni e trasformazioni alimentari. Esistono nel Mezzogiorno distretti ben radicati in filiere globali come la meccatronica, l’industria aerospaziale e quella farmaceutica. Al Sud si producono autovetture esportate in tutto il mondo, motori dei più diffusi modelli di aeroplani e componenti innovative di nuovi velivoli, satelliti, molecole con proprietà terapeutiche.
La crescita del Sud e le sue prospettive di sviluppo sono legate alla qualità delle persone, alla vivacità e capacità d’innovazione del suo tessuto di imprenditori e ad alcune politiche pubbliche. Tra queste, in particolare, hanno avuto un grande peso le scelte dei governi che hanno accantonato prassi assistenzialiste e hanno invece introdotto misure per migliorare le condizioni in cui si svolge l’attività d’impresa.
Le risorse finanziarie, nazionali e dell’Unione europea, hanno assicurato un contributo fondamentale a questo sviluppo e continueranno a darlo.
Ma le storie di successo delle imprese e delle aree del Sud che si sono inserite a pieno titolo nelle filiere internazionali di un’economia sempre più globalizzata ci dicono che – ancor più dei fondi – per lo sviluppo sono importanti alcune politiche specifiche.
Per esempio le agevolazioni capaci di incentivare l’innovazione e l’accompagnamento dell’azione locale con competenze dell’amministrazione centrale.
Abbiamo voluto quindi che le riunioni del G7 dei ministri delle finanze e governatori delle banche centrali si svolgessero in una delle regioni più vivaci di questa parte d’Italia, bellissima e dinamica anche sul piano industriale e del capitale umano. Abbiamo compiuto questa scelta anche per sottolineare il ruolo che le politiche pubbliche hanno svolto qui, e possono svolgere ovunque, per superare gli ostacoli allo sviluppo che gli accidenti della Storia collocano talvolta sul percorso verso il progresso.

 
10 mag 2017, ore 13:09

#ilG7spiegatoairagazzi, Padoan incontra i liceali baresi

Questa mattina il ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, ha incontrato gli studenti del Liceo Quinto Orazio Flacco di Bari per un dibattito centrato sui temi in agenda nel G7 Finanze

 
09 mag 2017, ore 17:55

La lista degli speakers che interverranno al simposio

 

 
09 mag 2017, ore 17:45

G7 Finanze: al via il 12 maggio a Bari con simposio su crescita, lotta alle disuguaglianze e regolamentazione

Venerdì 12 maggio, in apertura dei lavori del G7 dei Ministri Finanziari e dei Governatori delle banche centrali, si terrà a Bari presso il Castello Normanno Svevo un simposio a porte chiuse con la partecipazione di economisti di fama internazionale.
Alla prima sessione, dedicata alla crescita economica e alla lotta alle disuguaglianze, interverranno Philippe Aghion, professore di Economia all’Università di Harvard, Giuseppe Bertola, professore di Economia all’Università di Torino, e Angus Deaton, professore di Economia e Affari Internazionali all’Università di Princeton, insignito del Premio Nobel per l’Economia nel 2015.
La seconda sessione avrà al centro i temi della finanza, della regolamentazione e della crescita, e vedrà i contributi di Philip H. Dybvig, professore di Economia Bancaria e Finanziaria alla Olin Business School di Washington, Randall Kroszner, professore di Economia alla Booth School of Business di Chicago e già Governatore della Riserva Federale, e Hélène Rey, professore di Economia alla London Business School. 

 
09 mag 2017, ore 13:36

G7 Finance. La lista dei capi delegazione

Il G7 Finance Meeting vedrà la partecipazione di Ministri delle Finanze e dei Governatori delle Banche centrali dei sette paesi (Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Italia), il Commissario europeo per gli Affari Economici e Monetari, il Presidente dell'Eurogruppo e il Presidente della Banca Centrale Europea, nonché i vertici delle principali Organizzazioni Internazionali.

DELEGAZIONE COGNOME NOME CARICA FOTO
MINISTRY OF FINANCE
CANADA
 
MORNEAU WILLIAM MINISTER OF FINANCE
MINISTRY OF FINANCE
FRANCE
 
SAPIN MICHEL MINISTER FOR ECONOMY AND FINANCE
MINISTRY OF FINANCE
GERMANY
 
SCHÄUBLE WOLFGANG FEDERAL MINISTER FINANCE
MINISTRY OF FINANCE
ITALY
 
PADOAN PIETRO CARLO MINISTER OF ECONOMY AND FINANCE
MINISTRY OF FINANCE
JAPAN
 
ASO TARO MINISTER OF FINANCE
MINISTRY OF FINANCE
UNITED KINGDOM
 
HAMMOND PHILIP MINISTER OF FINANCE
MINISTRY OF FINANCE
UNITED STATES
 
MNUCHIN STEVEN SECRETARY
U.S. TRESAURY
CENTRAL BANK CANADA
 
POLOZ STEPHEN SHAWN GOVERNOR BANK OF CANADA
CENTRAL BANK FRANCE
 
VILLEROY DE GALHAU FRANÇOIS GOVERNOR BANQUE DE FRANCE
CENTRAL BANK GERMANY
 
WEIDMANN JENS PRESIDENT
DEUTSCHE BUNDESBANK
CENTRAL BANK ITALY
 
VISCO IGNAZIO GOVERNOR
CENTRAL BANK JAPAN
 
KURODA HARUIKO GOVERNOR
CENTRAL BANK UNITED KINGDOM
 
CARNEY MARK GOVERNOR
CENTRAL BANK UNITED STATES
YELLEN JANET CHAIR OF THE FEDERAL RESERVE BOARD
EU COMMISSION
 
MOSCOVICI PIERRE COMMISSIONER
EURO GROUP
 
DIJSSELBLOEM JEROEN PRESIDENT
EUROPEAN
CENTRAL BANK
 
DRAGHI MARIO PRESIDENT
IMF INTERNATIONAL MONETARY FUND LAGARDE CHRISTINE MANAGING DIRECTOR
WORLD BANK KIM JIM YONG PRESIDENT
OECD Organisation for Economic Co-operation and Development GURRIÁ ANGEL SECRETARY GENERAL
FAFT Financial Action
Task Force
SOLO RIUNIONE 13 MAGGIO MATTINA
VEGA-SERRANO JUAN MANUEL PRESIDENT
 
08 mag 2017, ore 15:07

Segnale internazionale G7 Finance. Di seguito i dati satellite per la produzione del segnale internazionale presso il Castello Normanno Svevo di Bari

Gli orari indicati si riferiscono a Roma Time.

12 Maggio 2017
Orario 08.00-10.30 ; 14.00-14.30 (RT)
Satellite EUT 7B – 7 E
Frequenza Rx 12.600,300 MHz
Pol Y
Encoding H264
Modulazione DVB-S2 ; 8PSK
Symbol Rate 7200
FEC 3/4
Canali Audio Ch1 suono internazionale
                       Ch2 suono internazionale
                       Ch3 Inglese
                       Ch4 Italiano

13 Maggio 2017
Orario 08.00 – 10.30 ; 12.30-14.00 (RT)
Satellite EUT 7B – 7 E
Frequenza RX 12.600,300 MHz
Pol Y
Encoding H264
Modulazione DVB-S2 ; 8PSK
Symbol Rate 7200
FEC 3/4
Canali Audio Ch1 suono internazionale
                       Ch2 suono internazionale
                       Ch3 Inglese
                       Ch4 Italiano

 
08 mag 2017, ore 15:05

Rai Host broadcaster G7 Finance

RAI - Radiotelevisione Italiana, è l’Host Broadcaster (HB) per il G7 dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali. RAI fornirà a titolo gratuito alle emittenti accreditate il materiale audiovisivo degli eventi in programma. 

 
27 set 2016, ore 01:52
 

Esplora