Ti trovi in:

Investimenti e riforme strutturali: i documenti della presidenza italiana della UE

Roma, 13 ottobre 2014 - Promuovere gli investimenti per favorire la crescita economica e la creazione di posti di lavoro. Il tema, priorità nell'agenda del semestre di presidenza italiana del Consiglio Ue, viene affrontato nei due documenti che pubblichiamo e che sono stati presentati all'Ecofin informale del 13 settembre scorso a Milano per avviare il dibattito nelle sedi europee. Oggi lo stesso tema viene approfondito all'Eurogruppo in corso a Lussemburgo. Il vertice a Milano si era concluso con il mandato alla Commissione Europea e alla Banca Europea degli investimenti (Bei) ad elaborare un programma con progetti concreti su cui concentrare le risorse pubbliche e private che potrebbero essere mobilitate.
Della necessità di potenziare gli investimenti si era già discusso al primo Ecofin della presidenza italiana a luglio. In quell'occasione il ministro Padoan si era soffermato su tre pilastri per favorire la crescita e l'occupazione: la maggiore integrazione del mercato interno; le riforme strutturali; il rilancio degli investimenti.

Esplora