Ti trovi in:

Economia si contrae, Governo lavora per la crescita

Roma, 14 novembre - I dati sull'andamento negativo dell'economia diffusi oggi sono in linea con le più recenti valutazioni del Governo e confermano l'urgenza di politiche capaci di rimuovere gli impedimenti strutturali che si sono consolidati negli ultimi due decenni indebolendo la competitività dell'Italia.

Il disegno di legge di Stabilità per il 2015 contiene misure che agiscono simultaneamente su tre fronti: stimolo all'economia e alla ripresa dell'occupazione (prevalentemente attraverso la riduzione delle tasse sul lavoro), tenuta dei conti pubblici (così da contenere la dinamica della spesa per interessi sull'elevato debito), finanziamento delle riforme strutturali (per esempio sul mercato del lavoro e sulla giustizia civile).

Queste misure concorrono a una strategia di politica economica complessiva insieme agli interventi e alle iniziative presi con il decreto legge Guidi-Padoan sulla competitività dell'ambiente economico e con il decreto legge "sblocca Italia" relativo agli investimenti su opere pubbliche.
 

Esplora