Ti trovi in:

Debito, derivati e programmazione finanziaria

Roma, 27 marzo - Il Viceministro Luigi Casero è intervenuto oggi alla Camera dei Deputati per rispondere ad alcune interrogazioni sul tema della gestione del debito pubblico con particolare riferimento ai contratti derivati. Tra le repliche alle risposte, i mezzi di informazione hanno dato particolare evidenza alla eventualità di un fondo di accantonamento per i rischi associati all'utilizzo di contratti derivati nella gestione del debito.
Il fondo di accantonamento avrebbe lo scopo di tutelare la gestione del bilancio da spese non preventivate. Di questo rischio si tiene conto nelle ipotesi alla base degli stanziamenti di bilancio per il servizio del debito nel suo insieme, di cui costituiscono una parte limitata i flussi finanziari sui derivati. Inoltre, in corso d'anno l'andamento dei flussi finanziari generati dai contratti derivati, che sono inclusi nella spesa per interessi, viene monitorato costantemente e se ne tiene conto in fase di assestamento del bilancio. Per questa ragione il bilancio preventivo dello Stato non contempla un fondo specifico relativo alla gestione dei derivati.

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.

Esplora