Ti trovi in:

Consultazione pubblica sulle nuove norme sul diritto contabile delle società di capitali non quotate

Dal 13 al 24 aprile, gli Uffici del Dipartimento del Tesoro sottopongono a consultazione pubblica due schemi di decreti legislativi finalizzati a dare attuazione alla direttiva 2013/34/UE in materia di informativa di bilancio per le società di capitali non soggette all’applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS. Le nuove disposizioni saranno applicabili a partire dagli esercizi finanziari aventi inizio il 1° gennaio 2016 o nel corso dello stesso anno.
Lo schema di provvedimento, elaborato anche grazie alla fruttuosa collaborazione dell’Organismo Italiano di Contabilità (OIC), aggiorna e modernizza il regime di informativa contabile coniugando l’esigenza di trasparenza per i soggetti interessati alla situazione reddituale, finanziaria e patrimoniale della società con quella di evitare eccessivi oneri amministrativi per adempiere agli obblighi di bilancio. In tale prospettiva, lo schema pone particolare attenzione alle PMI, delineando un regime informativo adeguato alle loro esigenze, semplificato rispetto a quello vigente, che riduce i costi amministrativi salvaguardando al contempo un livello minimo di trasparenza funzionale alle loro attività.

Tra gli elementi di maggior rilievo per i quali si auspica di raccogliere ulteriori elementi di valutazione e di impatto rientrano:

  • la differenziazione degli obblighi informativi in base ad alcune soglie dimensionali dell’impresa;
  • l’introduzione di una nuova categoria di imprese, le “micro imprese”, che si avvalgono di un regime di contabilità particolarmente semplificato;
  • l’utilizzo di alcuni moderni istituti contabili già contemplati dai principi contabili internazionali IAS/IFRS, quali l’indicazione a bilancio del “fair value” per gli strumenti finanziari derivati, diverse modalità di imputazione relativamente al “costo ammortizzato” e alla “attualizzazione” delle attività e passività finanziarie;
  • l’estensione di questi ultimi istituti contabili anche alle imprese di assicurazione, per le quali la relativa applicazione potrebbe essere non ottimale a questo stadio in ragione della necessità di un adeguato raccordo tra valutazione delle attività e delle passività, in attesa che nei prossimi anni si completi la transizione delle imprese assicurative ai principi contabili internazionali (IFRS), oggi ad esse applicabili solo per la redazione del bilancio consolidato.
  • l’introduzione di particolari obblighi di rendicontazione e trasparenza per le imprese operanti nei settori estrattivi e di utilizzo delle risorse forestali primarie (country by country reporting)

I documenti di consultazione sono reperibili nella sezione del Dipartimento del Tesoro dedicata alle Consultazioni Pubbliche, dove sono anche brevemente descritte le finalità perseguite, l’impostazione del nuovo quadro normativo che si intende realizzare, alcuni punti di interesse principale e le indicazioni per inviare osservazioni e suggerimenti.

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.

Esplora