Ti trovi in:

European Cycling Challenge 2017, squadra MEF prima tra le italiane per km percorsi e taglio emissioni CO2

Roma, 05 giugno 2017 - I ciclisti del MEF al primo posto tra le istituzioni e le aziende di Roma che partecipano all’European Cycling Challenge – ECC 2017. Si tratta della più grande sfida a squadre fra ciclisti urbani d'Europa, che si svolge ogni anno dall’1 al 31 maggio, e tra le città italiane Roma è risultata in cima alla classifica.

La squadra del MEF ha totalizzato complessivamente quasi 8.000 chilometri in un mese ( 7.770 km) piazzandosi sul podio davanti al Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e alla Sogei, società in house del Mef.

Con la sua scelta di “mobilità” dolce la squadra MEF ha complessivamente risparmiato circa 1,27 tonnellate di emissioni di anidride carbonica (CO2), esattamente 1.268,045 chilogrammi.

L’ECC è una competizione non agonistica (gli spostamenti con una velocità media superiore ai 30 km/h e una velocità massima superiore ai 45 km/h non sono validi ai fini della sfida) volta alla sensibilizzazione ambientale e alla progettazione di nuovi percorsi ciclabili.

I componenti della squadra attraverso l’intranet ministeriale hanno ricevuto le informazioni per scaricare l’app dedicata con cui misurare i chilometri percorsi, non solo sul tragitto casa-lavoro. I dati forniti dagli amanti delle due ruote del MEF forniscono così informazioni sui percorsi privilegiati dai ciclisti capitolini, contribuendo a formare l’ossatura della futura rete ciclabile in progettazione a Roma.

La gara, a cui il Ministero ha partecipato per il secondo anno su invito dell’agenzia “Roma Servizi per la mobilità”, ha coinvolto 19 ciclisti del MEF che nell’occasione hanno sviluppato anche un apprezzabile spirito di squadra. Alcuni dipendenti si sono distinti in particolare per chilomertri percorsi, tutti comunque con oltre 1000 chilometri, trainando la squadra già dai primi giorni della gara e conducendola in vetta alla classifica finale.

Valerio Messina, che partecipava per la prima volta, ha percorso 1.838,6 km con un risparmio di emissioni di Co2 pari a 300 kg. Il calcolo delle emissioni inquinanti risparmiate rispetto all’uso di autovetture private sulle stesse distanze è stato fatto secondo la metodologia elaborata e resa disponibile dall’ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale). Messina si è anche classificato al secondo posto tra tutti i ciclisti romani, a soli 2 km di distanza dal primo classificato.

Alle sue spalle Antonio De Luca (1.305,5 km percorsi e 213 kg. di C02 rispamiate ) e Roberto Di Veglia (1051 km e 171,5 kg. di Co2 risparmiate).

La squadra, seppur con 19 iscritti attivi, è risultata prima sulle 25 partecipanti nella capitale, superando la squadra rivelazione del MISE (7.200 km), la Sogei (4.800 km) e diverse aziende e istituzioni tra cui università, ospedali, FS, Enel.

Ringraziando tutti i ciclisti che si sono impegnati sin dall’inizio della competizione e che hanno contribuito al brillante risultato di squadra, il Capo Dipartimento dell’amministrazione generale, del personale e dei servizi, Luigi Ferrara, ha annunciato che, per incoraggiare ancora di più l’uso delle due ruote, saranno ampliati gli spogliatoi e le rastrelliere che da poco meno di due anni rendono possibile raggiungere la sede centrale del Palazzo delle Finanze in bici, servizi che hanno consolidato una buona pratica di mobilità tra i dipendenti. 

 

 

Fotogallery

European Cycling Challenge, MEF prima squadra italiana

Per saperne di più

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.

Esplora