Ti trovi in:

Glauco Zaccardi, Capo Ufficio Legislativo Finanze

Glauco Zaccardi

Nato a Roma il 27/5/1970.

Titolo di studio: Laurea in giurisprudenza, Università LUISS di Roma, il 14/12/1993, voto 110/110 LODE.

Titoli ed esami di abilitazione: esame di Stato per l'abilitazione alla professione di procuratore legale, superato nella sessione 1996/1997.

Magistrato ordinario nominato con D.M. 23/12/1997, in servizio, fino a maggio 2016, presso la Corte di Appello di Roma, Sezione Lavoro.

Consigliere giuridico addetto all’Ufficio legislativo finanze da luglio 2006 ad aprile 2008 e, con funzioni vicarie del Capo dell’Ufficio, dal 24/5/2016.

Componente del Consiglio Nazionale Anticontraffazione dal 12/10/2016.

Esperienze internazionali: programma di scambio nell’ambito del progetto di cooperazione giudiziaria organizzato dal EJTN per l’anno 2011; programma individuale in Polonia, dall'11/6/2011 al 25/6/2011.

Alcune pubblicazioni:
a) Manuale di diritto del lavoro, sindacale e della previdenza sociale, Nel diritto editore, I e II edizione (2015, 2016);
b) Manuale di diritto europeo del lavoro (AA.VV., a cura di), Edizioni scientifiche Italiane, Napoli, 2015.
c) La riforma del sistema radiotelevisivo pubblico e privato nell’assetto integrato con le telecomunicazioni, Quaderni Ceradi LUISS, 1996, con introduzione a cura del Prof. Giuliano Amato;
d) Commento (con i colleghi Palazzi Mario e Amarù Ilaria) all’articolo 21 del decreto legislativo 6 settembre 2006, n. 205, Codice del consumo, in “Codice commentato della concorrenza e del mercato” a cura di Antonio Catricalà e Paolo Troiano, Utet 2010;
e) "Lavoro à la carte e precarietà", in Questione Giustizia 3-4/2011, pagine 189-203;
f) "Il conflitto tra Fiat e Fiom dalla fabbrica al tribunale: un aggiornamento", in Questione Giustizia 4/2012, pagine 199-214.
g) Parte IV del Volume “La legge n. 92 del 2012 (Riforma Fornero): un’analisi ragionata”, intitolata “Parte quarta: sistema di welfare e ammortizzatori sociali. Vecchi e nuovi strumenti: cassa integrazione, indennità di mobilità, A.S.p.I.”, pagine 228/242 a cura di Fabrizio Amato e Rita Sanlorenzo.

Esperienza nel circuito della formazione permanente dei magistrati.
Relatore in corsi di formazione decentrata nel Distretto di Corte d’Appello di Trieste:
a) “Il risarcimento del danno biologico per le invalidità permanenti di lieve entità: le tabelle di liquidazione,, il risarcimento del danno ulteriore per condizioni soggettive del danneggiato”, Trieste, 17 novembre 2001;
b) “La nuova disciplina del processo societario. Le attività del Giudice nel processo di cognizione”, Trieste, 13 febbraio 2004;
c) “Legge 80/2005, prima lettura delle novità processuali”, Trieste, 1 luglio 2005.
Relatore in incontri di formazione destinati ai giudici di pace nell’ambito della formazione decentrata del distretto di Corte d’Appello di Trieste:
a) “Le nuove competenze del Giudice di pace in materia di immigrazione”, Trieste, 11 dicembre 2004;
b) “Le fattispecie codicistiche e quelle previste dalle leggi speciali. I casi di connessione ex art. 24 legge 689/1981”, Pordenone, 24 marzo 2001.
Coordinatore del gruppo di lavoro pomeridiano, nel Corso di formazione centrale destinato ai MOT nominati con DM 5 agosto 2010, su “Aspetti processuali e sostanziali nella materia del lavoro”; Roma, 24 febbraio 2011, Jolly Hotel Midas. Magistrato collaboratore di MOT nominati con D.M.2.5.2013.

Attività didattica non inserita nel sistema di formazione centrale o decentrata del Consiglio Superiore della Magistratura o della Scuola della Magistratura:
a) Relazione in un corso di formazione per il personale del Provveditorato agli studi di Pordenone su “Aspetto privatistico del rapporto di lavoro del dipendente del comparto ministeri”, Pordenone, dicembre 2000;
b) Relazioni in corsi di formazione organizzati dagli ordini riuniti dei dottori commercialisti del Friuli Venezia Giulia e dal Consiglio dell’ordine dei dottori commercialisti di Pordenone, negli anni compresi tra il 2003 e il 2006;
c) Relazione in un incontro di formazione destinato al personale dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, svolto il 17 ottobre 2008, su “Gli elementi costitutivi delle pratiche commerciali scorrette”;
d) Relazione in un incontro di formazione destinato al personale dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, svolto il 21 novembre 2008, su “Pratiche commerciali scorrette, vizi della volontà contrattuale, inadempimento del contratto. Le competenze dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in materia di pratiche commerciali scorrette e quelle del giudice ordinario. Tutela individuale e tutela amministrativa del consumatore”;
e) Lezione all’Università di Roma Tre, per il Master di II livello, Modulo “Mercato: Concorrenza e Consumatori”, su “Elementi costitutivi delle pratiche commerciali scorrette”, tenuta il 19 giugno 2009;
f) Relazione al corso di formazione per avvocati, organizzato dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Tivoli, su “Collegato al lavoro – Primi problemi applicativi ed interpretativi”, Tivoli, 9 dicembre 2010.
g) Relazione sul tema “Le clausole di responsabilità e di esigibilità degli accordi aziendali” al seminario del 3.5.2011 “Contrattazione collettiva. Nuovi modelli e limiti” organizzato dal Consiglio dell'ordine degli avvocati di Roma nell’ambito della formazione degli avvocati per l’anno 2011.
 

Documenti

Contatti

tel: 06.47613248
fax: 06.47616841
e-mail: legislativo.finanze@mef.gov.it
 

Esplora