Contenuto principale

Ministero dell'economia e delle finanzeConcluso con successo il gemellaggio con la Repubblica Ceca

Comunicato Stampa del 05/02/2003

Roma, 5 febbraio 2003

Concluso con successo il gemellaggio con la Repubblica Ceca

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha completato con successo il primo Gemellaggio istituzionale assegnato dalla Repubblica Ceca ad un'amministrazione italiana. Il Progetto aveva l'obiettivo di adeguare alle regole comunitarie il quadro istituzionale e normativo del Paese candidato in alcuni settori strategici per lo sviluppo imprenditoriale, come il diritto fallimentare, le esecuzioni giudiziarie, il registro delle imprese, la disciplina del commercio e delle professioni, il decentramento e la semplificazione amministrativa, la corporate governance.

Il team di esperti italiani, guidato dal Project Leader Roberto Ulissi, dirigente generale del Tesoro (Direzione IV), ha dato, secondo l'unanime opinione dei rappresentanti del governo ceco, un contributo rilevante per l'armonizzazione del sistema ceco agli standards comunitari, in vista della prossima adesione del Paese all'Unione, prevista per il maggio 2004.

Il Progetto - finanziato dalla Commissione Europea con fondi del programma PHARE - si è svolto nell'arco di 15 mesi ed ha visto la partecipazione di un alto numero di esperti provenienti da diverse amministrazioni e di due consiglieri pre-adesione - Gian Piero Cigna e Francesco Di Majo - che hanno coordinato in loco le attività. Il Dipartimento del tesoro e quello per le politiche di sviluppo e coesione, assegnatari del Progetto, sono stati supportati dalla società "Infocamere" per la realizzazione di un sistema informatizzato di registrazione delle imprese.

Nella conferenza stampa conclusiva, tenutasi presso l'Ambasciata italiana a Praga alla presenza dell'ambasciatore italiano Paolo Faiola e del viceministro dell'economia on. Micciché, e' stata espressa la piena soddisfazione di tutte le istituzioni beneficiarie del Progetto, che hanno sottolineato l'alta professionalità e dedizione degli esperti messi a disposizione dall'Italia ed il prezioso contributo fornito attraverso le attività di consulenza e di formazione. Anche il rappresentante della Commissione Europea ha espresso apprezzamento per i risultati raggiunti e per l'efficace collaborazione con cui i partners hanno gestito le varie fasi di un gemellaggio così complesso, che interessava sei diverse aree di intervento.

Il Dipartimento del Tesoro, che ha costituito, nell'ambito della direzione IV, un apposito ufficio, diretto dal dott. Marco Piredda, dedicato alla promozione e gestione dei progetti di gemellaggio nelle materie di propria competenza, si è aggiudicato anche un nuovo progetto con la Repubblica Ceca sulla regolazione dei mercati finanziari, che avrà inizio nelle prossime settimane.

05/02/2003

Cerca nell'archivio dei comunicati