Contenuto principale

Ministero dell'economia e delle finanzeEntrate tributarie gennaio-febbraio 2003 - dati di competenza

Comunicato Stampa del 10/04/2003

Roma, 10 aprile 2003

Entrate tributarie gennaio-febbraio 2003 - dati di competenza

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze comunica che nel periodo gennaio - febbraio 2003 sono state accertate entrate tributarie dello Stato - calcolate secondo il criterio della competenza - per un ammontare pari a 47.526 milioni di euro, in crescita di 2.811 milioni di euro (+6,3%) rispetto allo stesso periodo dell'anno 2002.

L'andamento del periodo risente degli effetti favorevoli che si sono prodotti in particolare nel mese di gennaio a causa:

  1. delle ritenute sui dipendenti non statali, il cui gettito, nel mese di gennaio 2003, è risultato superiore di 1.030 milioni di euro (+7,9%) rispetto allo stesso mese del 2002. La variazione è imputabile per 878 milioni di euro ai versamenti anomali delle ritenute degli enti pubblici;
  2. dell'IVA che a gennaio ha registrato un aumento di 986 milioni di euro (+21,3%) rispetto sempre al corrispondente mese del 2002.

Inoltre si osserva a febbraio un andamento positivo all'interno dei tributi indiretti minori.

Il tasso di crescita delle entrate complessive riferito al solo mese di gennaio è risultato pari al 7,6% quello riferito al solo mese di febbraio +4,7%.

Imposte dirette. Le imposte dirette del periodo gennaio-febbraio 2003 sono risultate pari a 26.006 milioni di euro, in aumento di 1.643 milioni di euro (+6,7%) rispetto allo stesso periodo del 2002. L'IRPEF risulta in aumento di 1.356 milioni di euro (+6,1%), e si attesta a 23.487 milioni di euro principalmente per effetto delle ritenute degli enti pubblici (+878 milioni di euro, pari al +18,1%) e delle ritenute sui dipendenti statali (+105 milioni di euro, pari al +33,1%) relative al mese di gennaio.

Imposte indirette. Le imposte indirette sono ammontate a 21.520 milioni di euro, in aumento di 1.168 milioni di euro (+5,7%). Tra le imposte indirette l'IVA è in aumento di 1.521 milioni di euro (+14,2%) sullo stesso periodo del 2002 ed ha raggiunto l'ammontare di 12.264 milioni di euro. L'IVA sugli scambi interni è in aumento di 1.465 milioni di euro (+16,4%) mentre l'IVA sulle importazioni è in crescita di 56 milioni di euro (3,1%). Favorevole anche l'andamento dell'imposta di bollo (+169 milioni di euro) e dell'imposta sugli oli minerali (+317 milioni di euro).

10/04/2003

Cerca nell'archivio dei comunicati