Modulo di ricerca Mentre digitate il testo della vostra ricerca, il motore offre in tempo reale un elenco di suggerimenti. Ad esempio se si digita "fiscalità " si otterrà come suggerimento "Fiscalità internazionale" e "Fiscalità locale". Non tutti i browser, screen reader, text reader, supportano le tecniche utilizzate, tuttavia la funzionalità del suggerimento è preservata anche se in modalità grafica diversa. In questi casi infatti, per ottenere la medesima lista dei suggerimenti sarà sufficiente selezionare il tasto "Suggerisci" (accesskey 2) dopo aver digitato le parole chiave. Il motore di ricerca può essere utilizzato in modalità classica digitando semplicemente le parole da ricercare e selezionando successivamente il pulsante "Cerca".


In evidenza

Banner

Roma, 23 novembre - Oggi pubblichiamo l’ultimo dato, della serie di sei programmata,che riguarda gli aiuti alle banche.
I dati Eurostat mostrano come nel periodo della crisi economica (2007-2013) i sistemi bancari e finanziari nazionali di 17 paesi dell’area euro abbiano ricevuto aiuti dai Governi nazionali con importi molto differenti.
 
 

Banner

Roma, 22 novembre - Oggi pubblichiamo (quinto dato nella serie di sei programmata da martedì a domenica prossima) i dati sugli aiuti ai Paesi UE.
L’Italia è il terzo contributore dell’Unione Monetaria Europea per aiuti versati ai Paesi in difficoltà e agli strumenti europei creati durante la crisi economica (i cosiddetti “fondi salva-Stati” EFSF e ESM), utilizzati per fornire assistenza finanziaria a Cipro, Grecia, Portogallo e Irlanda.

Banner

Roma, 21 Novembre 2014 - Il Governo italiano e la Commissione europea, nell'ambito di un rapporto collaborativo e costruttivo, hanno costantemente scambiato informazioni sulle politiche economiche per il 2015. Il Governo italiano ha ritenuto opportuno sintetizzare la logica di tali politiche e i numerosi interventi programmati, tanto nel ddl di stabilità, quanto negli altri provvedimenti che contengono gli sforzi riformatori, in una lettera inviata dal Ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, al Vice-Presidente della Commissione Europea Valdis Dombrovskis  e al Commissario agli affari economici e monetari Pierre Moscovici.

Press Center 3 3 novità negli ultimi sette giorni nella sezione Press Center

Comunicato N° 266 del 24 novembre 2014

24 novembre 2014 leggi il comunicatoEmissione Medio Lungo Termine

Il MEF annuncia l’emissione dei seguenti titoli di Stato e il relativo calendario per le operazioni di sottoscrizione

Comunicato N° 265 del 21 novembre 2014

21 novembre 2014 leggi il comunicatoEmissioni BOT

Il MEF annuncia l’emissione dei seguenti BOT e il relativo calendario per le operazioni di sottoscrizione

Comunicato N° 264 del 20 novembre 2014

20 novembre 2014 leggi il comunicatoSocial Card: l’emendamento del governo sana il periodo gennaio-marzo 2014.

Non modifica criteri per l’accesso alla prestazione. Il ddl stabilità rifinanzia la card per 250 milioni di euro per il 2015 L’emendamento del governo al ddl d...

Comunicato N° 263 del 20 novembre 2014

20 novembre 2014 leggi il comunicatoTitoli di stato: cancellazione delle aste dei CTZ e dei BTP€I di fine novembre e delle aste di medio lungo termine di meta' dicembre

Il MEF comunica che, in considerazione dell’ampia disponibilità di cassa e delle ridotte esigenze di finanziamento...

Comunicato N° 262 del 19 novembre 2014

19 novembre 2014 leggi il comunicatoVertice al Mef su Ferrovie dello Stato: costituito gruppo di lavoro per la privatizzazione

Si è svolto oggi al Ministero dell’Economia e delle Finanze un incontro, promosso dal Ministro Pier Carlo Padoan e dal Ministro delle Infrastrutture e de...



Primo Piano 1 1 novità negli ultimi sette giorni nella sezione Primo Piano

L’Italia viene spesso descritta, soprattutto nella comunità internazionale, sulla base di alcuni indicatori negativi. Tuttavia, accanto a questi dati ci sono grandezze economiche utili a rappresentare l’Italia per ciò che è: uno dei paesi principali del mondo sviluppato, il secondo paese per produzione manifatturiera in Europa, la terza economia dell’Eurozona.

Banner

Nel corso del Consiglio dei Ministri del 15 ottobre, il Governo ha approvato il testo del disegno di legge "Stabilità 2015" che verrà inviato al Parlamento nelle prossime ore. Il disegno di legge ha un'impronta fortemente innovativa rispetto alle politiche economiche adottate negli ultimi anni.
 

Banner

Il Governo sta smaltendo i debiti accumulati in anni passati dalle Pubbliche Amministrazioni. A questo fine ha messo a disposizione risorse per 57 miliardi di Euro e ha attivato una garanzia dello Stato per la cessione del credito a tassi vantaggiosi. Al 30 ottobre 2014 sono stati pagati 32,5 miliardi di Euro

Banner

Dal 1 luglio l’Italia ha assunto la Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze è attivamente impegnato su molti dei dossier al centro del Semestre di Presidenza. Lo scorso 13 settembre si è svolta a Milano la Riunione informale del Consiglio Economico e Finanziario (Ecofin) presieduta dal Ministro Pier Carlo Padoan.

Banner

La gestione del debito pubblico è affidata alla Direzione II del Dipartimento del Tesoro, che ha quindi il compito di emettere Titoli di Stato. Il Tesoro comunica al mercato le proprie strategie attraverso la pubblicazione di linee guida utili agli operatori per conoscere tempi, modi e criteri con cui il Tesoro sarà presente sui mercati. Al 31 luglio 2014 sono in circolazione titoli di Stato per 1.822.256,57 milioni.

L’attuazione della politica tributaria è affidata al Dipartimento delle Finanze, che ha un ruolo di regia complessiva del sistema fiscale, di progettazione del suo sviluppo, di strategia di politica fiscale, di indirizzo e controllo delle Agenzie, delle società ed enti economici che compongono l'Amministrazione finanziaria.

Dopo l’approvazione del Documento di Economia e Finanza (DEF), lo scorso 20 aprile, e l’assestamento del bilancio approvato ai primi di luglio, è cominciato il lavoro di predisposizione della Legge di stabilità 2015. Tra gli obiettivi del Governo: rendere permanente il taglio dell’Irpef deciso con il decreto legge 66 dello scorso aprile.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze detiene partecipazioni azionarie in società di capitali attive in diversi settori dell’economia, alcune delle quali ammesse alla quotazione delle proprie azioni in mercati regolamentati.


Documenti e Pubblicazioni 10 novità negli ultimi sette giorni nella sezione Documenti e Pubblicazioni

salta questa sezione
Torna su → Torna su → Torna su →  

Notizie dai Dipartimenti

salta questa sezione

Nota informativa

Chiudi

Le informazioni visualizzate all'interno del box "Notizie dai Dipartimenti" provengono dai feed RSS dei siti Dipartimentali. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il Dipartimento di competenza.

Siti Dipartimentali:



Aree tematiche