Ti trovi in:

Dal 1 gennaio 2017 in vigore gli aggiornamenti ISTAT per gli importi di reddito e l’indicatore ISEE

Per effetto delle disposizioni normative che regolano la Carta Acquisti, gli importi di reddito e l’indicatore ISEE che regolano l’accesso al citato contributo, per il 2017, sono perequati al tasso di inflazione ISTAT.

A partire dall’1 gennaio 2017, il limite massimo del valore dell’indicatore ISEE e dell’importo complessivo dei redditi comunque percepiti sono rispettivamente così determinati:

  • per i cittadini nella fascia di età dei minori di anni 3, valore massimo dell’ indicatore ISEE pari a euro 6.788,61
  • per i cittadini di età compresa tra i 65 e i 70, valore massimo dell’ indicatore ISEE pari a euro 6.788,61 e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a euro 6.788,61;
  • per i cittadini nella fascia di età superiore agli anni 70, valore massimo dell’ indicatore ISEE pari a euro 6.788,61 e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a euro 9.051,48.

Alla luce delle suddette indicazioni, a partire dal 1.1.2017, per i cittadini che presentano domanda per ottenere il beneficio Carta Acquisti, dovrà essere utilizzata la nuova modulistica con i limiti ISEE e reddituali sopra riportati. I moduli sono disponibili presso gli Uffici postali e nei siti internet di INPS, POSTE ITALIANE, Ministero dell'Economia e delle Finanze e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Archivio eventi

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.
Carta Acquisti

Esplora